Differenza tra la rete Wi-Fi a 2.4 Ghz e 5 Ghz

GdpTecnology

Spesso sentiamo parlare di Wi-Fi, è ormai nel linguaggio di tutti i giorni per quanto riguarda la connettività di telefoni, televisori, computer, anche apparecchi domestici a volte, ma quello di cui forse si parla di meno ma non è meno importante è la frequenza in cui opera il Wi-Fi, nello specifico sono attualmente presenti due differenti frequenze ovvero la 2.4 Ghz e la 5 Ghz. In questo breve articolo approfondiamo l’argomento e cerchiamo di fare chiarezza in merito alle differenze tra le due frequenze esistenti.

Iniziamo dalla cosa più immediata, due diversi valori corrispondo evidentemente a due diverse frequenze, quindi si può affermare senza dubbio che una non esclude l’altra e infatti entrambe coesistono anche sugli stessi dispositivi: ciò che differisce è la capacità di trasferimento dei dati, pari ad un massimo di 600 Mbps per la 2.4 Ghz e 1300 Mbps per la 5Ghz.

Ma perché vi chiederete si è reso necessario utilizzare due diverse frequenze? La risposta risiede nella capacità di superare ostacoli o, per meglio dire, di non essere facilmente influenzabile da altre reti presenti nei paraggi: in questo la 2.4 Ghz è inferiore alla 5 Ghz, se vivete in un condominio o comunque in aree densamente popolate e utilizzate una 2.4 Ghz, molto probabilmente soffrirete di instabilità di connessione o comunque di diverse interferenze, molto inferiori qualora passiate alla 5 Ghz.

Wi-Fi: ecco la differenza abissale tra la rete a 2.4 Ghz e 5 Ghz

Altro aspetto da analizzare per evidenziare alcune differenze tra le due reti è quello della cosiddetta copertura di rete. La rete a 2.4 Ghz offre sicuramente la miglior copertura, è in grado di superare muri non troppo spessi e ostacoli (esempio porte e infissi in generale) garantendo una copertura fino a 130 metri all’aperto e circa 50 metri in ambienti confinati, questo ovviamente in ambiente ideale che raramente corrisponde alla realtà, basti pensare che la presenza di un’altra sorgente wireless o muratura piuttosto spessa bastano a tagliare di molto la copertura.

Viceversa, la frequenza 5 Ghz è per definizione molto scarsa come copertura, ha una capacità di superamento ostacoli veramente risibile e infatti è solitamente sufficiente per una connettività limitata ad un paio di stanze vicine se i muri non sono eccessivamente spessi. Proprio per quest’ultimo aspetto la rete a 5Ghz risente poco delle interferenze, se è limitata ad un piccolo ambiente è molto difficile che incontri una seconda sorgente a 5 Ghz.

Concludendo, possiamo affermare che una frequenza è meglio dell’altra? La risposta è negativa, entrambe hanno dei pro e dei contro che è bene analizzare per identificare ciò che risponde meglio alle nostre esigenze, alcune indicazioni però possono essere particolarmente utili per sceglierla, ad esempio per gaming online, vedere video FullHD o sfruttare il 4K, quindi trasferire grandi quantità di dati, è preferibile la rete a 5 Ghz; per il semplice video su Youtube, navigare su internet o consultare la propria casella di posta elettronica invece ci si può accontentare della frequenza 2.4 Ghz.

Next Post

Telegram aggiunge nuove funzioni stile Instagram (e Tinder)

La popolare app di messaggistica sempre più social e strizza l’occhio al dating Telegram si rinnova con la versione 5.15 che va a migliorare e ampliare alcune funzionalità molto apprezzate dell’applicazione di messaggistica alternativa a WhatsApp che ha fatto della sicurezza e dell’universalità i suoi cavalli di battaglia. Ora Telegram diventa un […]
WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: