Fb cancella 1,9 milioni di post Isis e al Qaida

GdpTecnology

Facebook nel primo trimestre di quest’anno ha messo nel mirino 1,9 milioni di contenuti legati all’Isis e ad al Qaida, circa il doppio rispetto a quelli del trimestre precedente. La maggior parte dei post, spiega la società in una nota, sono stati rimossi dal social network, mentre altri sono stati contrassegnati con un avviso. Nell’ottica di apertura, a seguito del caso Cambridge Analytica, la compagnia per la prima volta ha reso nota la propria definizione di terrorismo:

 




“Qualsiasi organizzazione non governativa che si impegna in atti di violenza premeditati contro persone o proprietà per intimidire una popolazione, un governo o un’organizzazione internazionale al fine di raggiungere un obiettivo politico, religioso o ideologico”, si legge in un post firmato da Monika Bickert, vicepresidente della gestione delle politiche globali, e Brian Fishman, a capo delle politiche sul contrasto al terrorismo.

Lascia un commento

Next Post

Attacco hacker a ospedali nel mondo

Un gruppo di hacker chiamato Orangeworm sta conducendo attacchi informatici diretti a ospedali e strutture sanitarie, arrivando a prendere il controllo dei computer per risonanze e macchine per i raggi X. Lo rivela un rapporto pubblicato sul proprio sito da Symantec. “Il gruppo – scrivono gli esperti ha installato un […]
WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: