Nella mappa dei social media al 2022 il mondo è diviso in tre grandi blocchi: l’oriente, i territori dell’ex Unione Sovietica e il resto del pianeta.

La stragrande maggioranza del globo è stato conquistato da Facebook, in Cina il social preferito è WeChat, in Russia a fare la parte da padrone è VK, ex Vonktakte social filo-governativo fotocopia di Facebook.

E’ la fotografia dalla mappa dei social che l’esperto italiano Vincenzo Cosenza compone da 14 anni.



La novità di questa edizione è l’introduzione anche delle app più popolari di messaggistica, poichè gli smartphone, spiega Cosenza, “hanno trasformato radicalmente le nostre abitudini e anche i luoghi dei nostri incontri, creando lo spazio per l’adozione di massa di queste app”. Con l’introduzione di questa “variabile”, lo scenario del mondo social diviso in tre blocchi muta e Facebook perde la sua centralità. WhatsApp risulta la chat più utilizzata in 37 delle 61 nazioni analizzate nella mappa (60%) con due miliardi di utenti attivi mensili coprono i territori dell’Europa dell’ovest, della Russia, dell’America Latina, ma anche dell’India e Africa. Ma la Cina non può fare a meno di WeChat, che ha oltre 1,26 miliardi di utenti attivi al mese. In Giappone e Taiwan amano Line, un’app di messaggistica istantanea con oltre 200 milioni di utenti attivi, infine in Corea del Sud prevale l’utilizzo di KakaoTalk.

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.